sabato 12 febbraio 2011

[San Valentino]..se non ora, quando? (per Sveva..più in là!)

..non era nato così questo sabato pomeriggio.
Avevo cercato di convincere Sveva a riprovare a cucire; un anno fa mi era sembrato presto e poi la sua ostilità nei miei confronti era molto più aspra e decisa di ora e c'avevo rinunciato.

Ma da quando ha iniziato la prima elementare, nella sua fantastica e creativa scuola la sua gelosia nei confronti del mio lavoro e del mio sapere si è piuttosto attutita
soprattutto se lavoriamo fianco a fianco in autonomia,
se le dò spazio e le faccio fare quello che vuole..


Così avevamo deciso di fare dei cuori da regalare alla maestra per San Valentino,
le ho anche fatto vedere questo post per darle un'idea, dirle un paio di cose e lasciarla fare..tagliandole ovviamente i cuori e facendoli cucire a lei..e invece lei, cocciuta si è tagliata da sola il suo cuore e poi ha iniziato a cucirlo..senza voler sapere come si faceva..finchè mi sono ritorvata con i cuori tagliati e lei accanto che cuciva il suo che poi ha ovviamente mollato innervosita perchè sbagliava..


ha mollato tutto e se n'è andata!

.se non ora, quando?..più in là!

..aspetterò ancora..ho tanta pazienza e non voglio stressarla..per lei è già così difficile comprendere tante cose di me che preferisco che arrivi un giorno a chiedermelo o che impari anche solo guardando..sono certa che crescendo le piacerà imparare e condividere con me questa creatività di cui è gelosa ma di cui ne parla ad altri, alle maestre, ai compagni con grande orgoglio e ammirazione. E' già un buon segno..crescerà e vedrà le cose diversamente.


A questo punto ho finito il lavoro da sola, semplicemente come potete vedere,
per realizzare un segnalibro con indicatore di linea.
Ne ho fatti 4 uno anche per il padre..quello nero ovviamente!


Tutto feltro, il mio caro feltro che per questi lavori è il materiale più facile e più veloce da usare.
(Qui trovate il mio feltro, su CreakitShop sempre con il Tutorial in omaggio per realizzare gli stessi segnalibri ma con i gufetti, che potete vedere qui )..qualche bottone, fettucce colorate, filo di cotone Moulinè.

E poi un vecchio elenco telefonico, cartoncino colorato Lidl, bustine di celophane...


Domani saremo alla manifestazione, spero di tutte le donne, con le maestre, i genitori e i bimbi e Sveva regalerà questi segnalibri..dicendo ovviamente che li ho fatti io e che lei ha timbrato solo la firma con mamma che le strillava di non sbagliare!

I figli dei creativi non sono più fortunati dei figli dei non creativi!
 
Buon San Valentino e a tutte le donne "se non ora, quando?"
ci vediamo domani..
Condividi/Segnala questo articolo

15 commenti:

BipBip 12 febbraio 2011 22:34  

Che bel post e che belle parole....vedrai che Sveva seguirà le tue orme a modo suo...

Il filo magico 12 febbraio 2011 23:05  

Come sempre quando passo di qui leggo belle parole e vedo meraviglie... Buon San Valentino anche a te Roby e buona manifestazione... lontane ma unite in questa bella giornata di condivisione femminile!!
Un abbraccio a te e un bacetto alla dolce Sveva, che imparerà... eccome se imparerà!!! ;o)))
Elisa

schizzo di colore 12 febbraio 2011 23:11  

Che caratterino! Non si lascierà certamente mettere sotto i pidi da nessuno ma...presto, oltre all'ammirazione per te, vedrai che svilupperà una capacità di emulazione incredibile!
Un abbraccio, Giulia

Perline e bottoni 13 febbraio 2011 10:06  

I figli delle creative sono come tutti gli altri, con le loro personali inclinazioni e attitudini, anzi con l'ingombro, a volte di madri che vogliono/sanno fare tutto e che per loro sono un metro di paragone ingombrante. Hanno solo la fortuna di guardare, toccare, annusare. Ma la loro strada la sceglieranno da soli. E se sarà fatta di creatività, manualità, fantasia, ben venga. Ma solo e quando lo decideranno loro. E con i loro tempi.

TSAN 13 febbraio 2011 11:05  

Ho lo stesso problema con Selene che se non sbaglio ha l'età di Sveva. Due anni fa ha voluto un quadretto a mezzo punto di Hello Kitty ma per ora è li nel cassetto... preferisce usare cartoncini colla e glitter... vedrai che prima o poi arriveranno anche loro. Sono molto fiduciosa in merito. Buon S. Valentino anche a te. Tiziana

Fra 13 febbraio 2011 12:11  

L'accostamento di cose semplici rende i tuoi lavori sempre unici e impeccabili! Certo che è fortunata tua figlia e lei lo sa già ... ma la competitività è femmina!

Helena 13 febbraio 2011 14:07  

..anch'io da piccola mi arrabbiavo e ancora adesso mi arrabbio quando provo a cucire..tranne che forse ho un pochino meno paura di pungermi!!..la creatività penso sia in ognuno di noi, ma avere la possibilità di crescere osservando qualcuno che crea cose sempre nuove e colorate non è da tutti!!..spero che il "se non ora quando?" non debba chiederselo anche tua figlia quando sarà grande..adesso vado che devo prepararmi per andare anch'io in piazza!! ciao!

Un'idea nelle mani 13 febbraio 2011 15:27  

Ma sono tutte toste queste bimbe d'oggi!
L'indicatore di linea è proprio una ganzata! :)

palmy 13 febbraio 2011 16:09  

Sempre bello passare dal tuo blog... un saluto! Ultimamente mi sto dedicando di più al mio blog "didattico", Mens Sana e quindi passo poco da Iris, giusto il tempo per "sfogliare" i bei blog che seguo! Mentre sono qua, colgo l'occasione per farti sapere che ho indetto un Blog Candy che potrebbe interessarti...

miss onion 13 febbraio 2011 19:03  

veramente belli questi segnalibri, mi piace tanto anche il timbrino con scritto fatto a mano

Solidea 13 febbraio 2011 20:31  

mi sembro io da bimbina!! da figlia, ti rassicuro: all'età di 20 anni sono andata da mamma e le ho detto: mi insegni a cucire? non credeva alle sue orecchie!! dopo anni e anni di battaglie dove mi inseguiva per il corridoio con ago e filo.. sono stata io a chiederlo a lei! :) (è rimasta però la poca voglia di ascoltare, quindi nn sono diventata proprio bravissima ma almeno un bottone lo riattacco e qualcosina me la cucio!)

zammù 14 febbraio 2011 06:15  

geniale, il tuo segnalibro!!
...e lascia spazio e tempo, a Sveva! forse semplicemente, ancora non è pronta al confronto. E' difficile abbracciare qualcosa in cui le mamme sono imbattibili, almeno fino a quando non ci siamo costruite un'identità chiara, chiara soprattutto a noi stesse :)(bedda matri, filosofeggio, e sono appena le 6 del mattino: sono proprio da ricovero!)

giorgia 15 febbraio 2011 00:16  

Roberta mi emoziona sempre leggerti ...
mi sembra di essere li con voi ... vorri stringervi entrambe...
che belle che siete ... madre e figlia... cresciete insieme ogni giorno ..
ogni giorno di piu..
ogni giorno piu complici ...
tu sei un bell'esempio per lei e lei sta cercano di formare la sua personalià... dalle tempo e vedrai che il confronto sarà piu facile!! è una bambina intelligente e forte vedrai che vi avvicinerete sarete piu complici.. sempre di piu ... qualche scontro poi è normale tra madre e figlia ... e noi figli spesso non ci rendiamo conto del male che facciamo fin che non diventiamo genitori ... è una ruota che gira ...
ma sveva è una bimba intelligente e fortunata ad avere una super mamma come te !!
vi stringo forte ...
i segnalibro sono splendidi ... complimenti!!!
con enorme affetto
giorgia

Silvia Brentegani 16 febbraio 2011 18:03  

Complimenti per l'idea molto utile e realizzata proprio con cura!!!!!!!
Per quanto riguarda Sveva ... se hai voglia, ti invito a leggere questo mio post...in attesa che il seme germogli ;-)
http://toccodililla.blogspot.com/2011/02/creativita-e-b.html
Un abbraccio.
Silvia di toccodililla

Posta un commento

About This Blog

Informazioni personali

La mia foto
...ero "creativa" anche a 6 anni, passai un'estate a fare collanine da vendere ai tedeschi del campeggio, a 15 cucivo vestiti per me e le mie amiche, a 25 realizzavo plastici per l'Università di architettura, a 40 mi dedico al cucito creativo. Mia figlia di 4 anni è come me. Spero che lei non disperda le energie.

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP