giovedì 26 novembre 2009

[Regali da..]...magiche storie..

Accadono a volte cose magiche e uniche..in realtà la combinazione di coincidenze ed eventi possono trasformarsi in magiche sorprese e inaspettati risvolti..


Questa è una storia di uccellini..e piccole cose...deliziose e naturali miniature..(le foto sono del parco dell'Oasi del WWF di Penne (PE) dove spesso andiamo a rigenerarci..).


Quel giorno ero veramente incazzata..avevo trovato un pacchettino delizioso che mi inviava a sorpresa Francesca certaincreatures - ne avevo subito riconosciuto gli uccellini disegnati sulla busta senza leggerne il mittente -..aperto e svuotato del contenuto..ma non del tutto visto che il biglietto che poteva sembrare inutile al "ladro" per me è stato invece per giorni il vero regalo..le parole di Francesca però non colmavano la curiosità di aver voluto vedere quell'oggettino, fatto per me e che significava molto anche per lei. (ricambiava le scarpine vinte ad un Giveaway e che vi cosiglio di vedere realizzate qui)
Mortificata le ho comunicato l'accaduto..sicuramente una "ragazzinata"...perchè un adulto non avrebbe mai lasciato la busta aperta e rimessa nella cassetta..in fondo in fondo ho sorriso al pensiero perchè io da ragazzina avrei forse fatto la stessa cosa attirata da due uccellini così belli su un pacchetto così mini..mini!


Passano tre settimane o forse più..mi faccio passare l'incazzatura e la curiosità e ci metto una pietra sopra...cose che capitano..anche se era la prima volta che accadeva qualcosa alla posta con tutte le spedizioni che facciamo e riceviamo un vero record che si demoliva in un attimo!!
...poi ieri Sveva va a giocare da amichetti vicini, tre fratellini..due gemelli di 4 anni e mezzo e un ragazzino di 7 anni..Scendo a prenderla prima di cena e mi apre la porta dicendomi "...mamma è vero che questo ditale è il tuo? riconosco gli uccellini della busta che abbiamo trovato rotta!!" (a Sveva non sfugge mai nulla!!)

Insomma..l'avevano trovato nel portone per terra ed ora era nel cestino dei cotoni che Cinzia stava usando per rimettere un bottone al grembiule del figlio..e siccome Sveva si intrufola ben volentieri nelle ceste del cucito aveva notato il ditale...

beh..io c'ho trovato della magia in questa storia...proprio Cinzia da cui Sveva va spesso a giocare ma l'unica del palazzo..proprio lei a trovarlo nel portone e il bottone del grembiule che cade e che bisogna rimettere prima di domani e Sveva che è lì che assiste...il ditale luccica e la chiama....

..una serie di coincidenze che si incastrano al momento giusto e trasfomano un avvenimento in magia...



...grazie Francesca ora ho tutto di te..il tuo biglietto, il tuo incarto con gli uccellini ma soprattutto il tuo meraviglioso ditale (nella foto il dito è di Sveva così felice per avermi trovato il tuo regalo)...che devi sapere...uso veramente..questi uccellini in miniatura sono la parte di te reale che trasmetti nel virtuale e vi assicuro è veramente una bellissima sensazione..viverle entrambe!

Le foto le dedico a te Francesca perchè mi ricordano te..le piccole cose, i dettagli, la natura...

Qui lo shop Etsy di Francesca..andate a guardare le sue deliziose miniature e qui il suo blog sempre pieno di belle idee, belle foto e bei pensieri...
Condividi/Segnala questo articolo

15 commenti:

elena fiore 27 novembre 2009 03:58  

Francesca è veramente brava !
Mi sarei arrabbiata moltissimo anch'io, nel ritrovarmi in cassetta, il mio dono sottratto !
...ma come nelle fiabe, anche qui (fortunatamente) tutto finisce bene.

...e tutti vissero felici e contenti
:-)

Ciao, elena°*° !

Perline e bottoni 27 novembre 2009 06:51  

Bella storia, da leggere tutta in un fiato con il sorriso sulle labbra. Buona giornata.

Beta 27 novembre 2009 08:59  

Sempre più affascinante il tuo modo di raccontarci il vissuto quotidiano ... con le sue piccole-grandi gioie ed i suoi piccoli-grandi dolori... un bacione

Certain Creatures 27 novembre 2009 09:07  

Robertaaaa!!!!!
:))))
Ma che BELLA storia..!!!! BELLISSIMA e Magica!!! mentre la leggevo mi cresceva sempre più il sorriso e anche adesso.. che felicità! Non sai quanto sono felice! E' incredibile che quel piccolo ditale sia stato ritrovato! .. e in quel modo poi! ..e da Sveva che così carina ha riconosciuto gli uccellini!! ;) E' troppo magica questa storia! E non posso che sorridere perché alla fine quel ditale è ritornato a te! Sai che non avrei mai pensato che sarebbe stato ritrovato? .. e invece.. è proprio vero che non si può mai dire - la vita può sorprenderci a partire dalle piccole cose!
Grazie di cuore per il meraviglioso post, le foto e le parole che mi hai dedicato! :) .. conserverò tutto in the heart!
Ti mando un abbraccio da qui!
Buon weekend..
e
a presto!
baci
Francesca

pandora 27 novembre 2009 12:15  

wow...c'è davvero della magia in questa storia...la "storia del ditale birichino che era uscito dalla sua busta per fare un giretto e fu ritrovato dalla principessina sveva" ;)
bravissima la sua creatrice francesca, la piccola sveva & il suo occhietto vispo e la nostra roberta che racconta le fiabe così bene...
smack!

Dada 27 novembre 2009 14:08  

E' veramente una bella storia. Amo molto quando si è capaci di assaporare i "regali" che la vita ci dà nei gesti quotidiani di ogni giorno. Un'altra persona l'avrebbe chiamata coincidenza, io come te, trovo che sia davvero magica!
Un abbraccio
Daiana

Tatti 27 novembre 2009 15:32  

L'ingegno creativo di Francesca è qualcosa di eccezionale...perdere un suo dono (che trovo meraviglioso)avrebbe fatto imbestialire anche me.....e come a te, il ritrovarlo inaspettatamente (grande Sveva!) mi avrebbe fatta impazzire di gioia....
Anche questa volta cara Roberta, sei riuscita a trasmettere splendidamente un'emozione...una di quelle che ti illuminano l'anima e la giornata.....
Un bacio a te, e
un occhiolino a Sveva,e poi vado da Francesca a farle i complimenti!
^_^
Tatti

RID 27 novembre 2009 22:14  

Hola amiga! Cómo estás? Paso a saludarte. Me ha sido dificil entender la historia del todo, pero la esencia es bonita!
Besos

AnnaDrai 27 novembre 2009 23:00  

Che belle storie ci racconti sempre Roberta! Francesca è super e tu non sei da meno ;)
un bacione grosso

Lilly 28 novembre 2009 01:00  

che bella storia a lieto fine...sono contenta che un dono fatto con tanta cura dalla bravissima francesca per te sia tornato al legittimo destinatario...e grazie all'occhio felino di sveva poi!
:)

Fata Bislacca 28 novembre 2009 08:31  

Ma che bello, che bella storia!!! Tutto è bene quello che finisce bene e ciò che ci è destinato prima o poi lo riceviamo (a volte, come lo dimostra la storia, quando meno ce lo aspettiamo, doppia sorpresa!). Belli gli uccellini di Francesca dalle mani d'oro!
Dimmi, fischiate le orecchie lo scorso fine settimana??? Non ti sentivi un po' stanca anche tu alla fin della fiera? Un abbraccione, Cathy

Cristina 29 novembre 2009 21:19  

Ma che magica storia RoBY!
La vita ci sorprende sempre ... anche nelle piccole cose e negli "incastri" casuali che forse tanto casuali non sono! Un abbraccio
Cri

Tiziana 30 novembre 2009 13:39  

E' proprio così le coincidenze scrivono parecchie storie della nostra vita...e neanche ce ne accorgiamo!!!!
buona vita a te e Sveva

Anonimo,  2 dicembre 2009 18:07  

Si, c'è un po di " magia" in questa deliziosa storia che ci hai raccontato, ci sono tutti gli elementi...l'amicizia, un oggetto che ne testimonia, una bimba " ficcanaso" , la gioia sincera...
Una " magia" che mi ha portata d'un balzo indietro nel tempo... c'era una bambina sempre in movimento, simpatica, allegra, con tanti amici, chiacchierona, cui nulla sfuggiva, creativa, alle prese di una singer più grossa di lei,a cucire gonnelle improbabili...
Ti riconosci in "quella "bambina?
Brava Svevina, brava Francesca e brava Roberta che con un colpo di magia mi hai portata indietro di tanti anni. Un bacio
nonna papera

...Claudia... 3 dicembre 2009 12:37  

ciao
sono claudia e ti faccio i complimenti per il blog.. bellissimo e pieno di idee geniali!
a presto :)

Posta un commento

About This Blog

Informazioni personali

La mia foto
...ero "creativa" anche a 6 anni, passai un'estate a fare collanine da vendere ai tedeschi del campeggio, a 15 cucivo vestiti per me e le mie amiche, a 25 realizzavo plastici per l'Università di architettura, a 40 mi dedico al cucito creativo. Mia figlia di 4 anni è come me. Spero che lei non disperda le energie.

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP