martedì 3 novembre 2009

[Fatto per..]..ma come è divertente uncinettare al parco..aspettando il Knit Cafè!!

..tutto nasce da qui..è fine estate al parco i pomeriggi sono lunghi senza mare e Sveva che gioca con il suo gruppetto di amiche..io che faccio? ..rubacchio a mia suocera Franca uncinetti e avanzi di lana in una visita domenicale ad Ascoli..poi inizio..al parco..borsa di mia madre piena del necessario, senza rinunciare a chiacchierare...ricomincio dopo anni di abbandono ad allenare la mia mano con l'uncinetto.

Devo dire che i tantissimi blog in giro e le mille idee che circolano mi hanno fatto ritornare la voglia..forse anche per non rimanere con le mani ferme mai..neanche un istante.

Ho iniziato così a fare fiori, fiorellini piccoli e grandi e poi palline, foglie..insomma qualche esercizio senza alcuno scopo particolare..soltanto per riappropriarmi dei fondamentali...quel poco che sapevo fare da ragazza..

...ne ho riempito una scatolina per poi decidere cosa farne nel tempo e alla prima occasione li ho utilizzati per fare un paio di spille..una per decorare la BigBag per mia nipote Francesca...che vi mostro qui.



Ma questi fiorii sono utilissimi anche per fare pacchi e pacchetti!!

Ma il bello viene ora...dopo aver ritrovato i miei uncinetti conservati nel portafoglio da settembre ad oggi e dopo aver comprato qualche giorno fa un solo gomitolo di lana deliziosa e certa di potercela fare mi sono intestardita che dovevo fare un cappello, forse perchè cappello tira cappello!!
Ed eccolo qui..in un solo weekend ho iniziato e finito questo cappello per Sveva e forse è stata una fortuna che la lana non fosse sufficiente perchè pur di terminarlo domenica pomeriggio ho utilizzato gli avanzi che avevo e il risultato mi ha veramente entusiasmata..tutto completamente in libera ma con la testa di Sveva sempre a portata di mano..fra un gioco e l'altro!!...domenica pomeriggio ad Ascoli davanti al camino chiacchierando e con Sveva impegnata a giocare altrove ho terminato l'opera ed ora ho un gran prurito alle mani quasi irrefrenabile..perchè uncinettare ti permette, a differenza degli altri lavori che faccio di poterlo fare ovunque, in macchina, al parco, in una sala d'attesa..e fra pochissimo anche nel Knit Cafè.. anche per chiacchierare.. che sto organizzando qui a Pescara e che vi assicuro sarà molto molto interessante...vi aggiornerò in tempo reale e chi ha dato la sua adesione sarà informato per tempo.(scrivetemi info@eonzone.it se volete partecipare..).


Bene..questo post inaugura la sezione "uncinettare"..perchè le mie mani non possono stare mai ferme!!
Questa sciarpa con passante è un regalo di nonna Franca per Sveva..come il poncho rosa dell'anno scorso..due gioielli di precisione e amore..grazie Franca! Sveva domenica era tutta lanosa!
Condividi/Segnala questo articolo

21 commenti:

donnaraita 4 novembre 2009 01:04  

Roberta mio tesoro... ma ciao ti seguo in silenzio e mi scuso per la mia assenza..... ma tu dimmi guarda che meraviglie... sai cos'è che mi piace tantissimo di te??? La tua semplicità.... riesci sempre a stupirmi, cose semplici ma di grande effetto... per esempio i fiori all'uncinetto da utilizzare come chiudipacco... semplicemente geniali... il cappello per Sveva (bellissima.... com'è cresciuta :DDDD) con avanzi di lana una meraviglia.... e adesso mi spunti fuori con il knit cafè..... che faccio mi trasferisco dalle tue parti, sai che bello sarebbe crocchettare tutte insieme???? I tuoi lavori sono per me così belli nella loro semplicità da commuovermi... grazie per condividerle con tutte noi. A proposito (scusa il tema :D) ho visto il tutorial per fare i capelli alle bamboline.... bellissimo... sto già pensando di creare una nuova bambolina (uno dei progetti a me tanto cari) e presto ti invierò una foto. Ti abbraccio fortissimo e dai un bacione alla mitica Sveva. smauck

Lilly 4 novembre 2009 01:14  

che peccato non abitare vicino pescara per partecipare al knit cafè :-( bellino il cappellino multicolor!

Alessia 4 novembre 2009 08:34  

no no no, vorrei proprio essere a Pescara :(
Qui di knit cafè neanche l'ombra, svelami il segreto per organizzarne uno se puoi ;)

Bellissimo tutto, i fiorellini, il cappello per Sveva e anche i regali della nonna, BELLI!

manuscrap 4 novembre 2009 08:53  

:OOOOO!!!! io continuo a sospirare... un abbraccio

Aurora 4 novembre 2009 08:56  

Ciao Roberta,
sono molto contenta per la nuova sezione!!! anch'io lavoro all'uncinetto in qualsiasi parte, e hai tutta la ragione, cuando si commincia un lavoro... non si può fermare... si attacca alle mani... e vedi come cresce..., io credo que questo non succede con nessuna altra cosa.
Un bacio per te ed un'altro per Sveva, io ho due bimbe, una come Sveva e un'altra di tre anni, e quando scrivi su Sveva, io mi sento rifletta.
Aurora

Aurora 4 novembre 2009 08:56  

Ciao Roberta,
sono molto contenta per la nuova sezione!!! anch'io lavoro all'uncinetto in qualsiasi parte, e hai tutta la ragione, cuando si commincia un lavoro... non si può fermare... si attacca alle mani... e vedi come cresce..., io credo que questo non succede con nessuna altra cosa.
Un bacio per te ed un'altro per Sveva, io ho due bimbe, una come Sveva e un'altra di tre anni, e quando scrivi su Sveva, io mi sento rifletta.
Aurora

Tatti 4 novembre 2009 10:19  

Che meraviglia...come sai dare vita tu alle cose più semplici...
^_^
Un abbraccio
Tatti

Pulcinsky - my jewelry box 4 novembre 2009 10:33  

il cappellino é fantastico, ma anche l´idea del chiudipacco non é male, uffi io proprio non so uncinettare :-( e lo trovo un peccato
buona giornata
Marga

Certain Creatures 4 novembre 2009 14:35  

Che bello! Anche a me è ritornata la mania dell'uncinetto!! La cuffietta è bellissima e anche tutti i fiorellini! ;) hai proprio ragione l'unicinetto è il passatempo perfetto in ogni momento e in poco tempo si riescono a realizzare cose molto graziose e d'effetto!
;)
Un abbraccio e buona giornata
ps
foto sempre bellllle

The Indie Handmade Show 4 novembre 2009 16:14  

Roberta! Questo post mi lascia senza fiato: bellissima la borsa, le spille, i chiudipacco sono geniali, ma soprattutto bravissima tu che porti una cosa così bella qui dalle nostre parti. Mi sono sempre chiesta perchè da noi non ci fosse ancora nulla del genere, e ora mi vien da pensare che sei proprio l'unica a poter realizzare questa cosa a Pescara. Spero proprio di poterci essere. Ti ho già detto che non so lavorare con i ferri, l'uncinetto diciamo che lo tengo in mano: catenella, maglia bassa e alta e... Stop! Quei fiori stupendi, per esempio, potresti insegnarmeli, eh? ;)
Tienici aggiornate!
Un abbraccio,
Maria

enikő 4 novembre 2009 22:41  

Infatti, come dici tu, un fiorellino tira l'altro. Per me crea dipendenza. Ho sempre un'unicetto nella borsa e un pà di lana e li tiro fuori non appena mi fermo per due minuti. E pensare che qualche mese fa non sapevo nemmeno come si facesse la catenella e ho imparato tutto su youtube...
Il cappello è bellissimo, sia nella forma che nei colori.
E scusami per il ritardo:
http://enikolori.blogspot.com/2009/10/un-post-in-ritardo.html
Un abbraccio. :)

Elisabetta 5 novembre 2009 23:34  

Fantastici i fiori all'uncinetto come chiudipacco! Hai delle idee davvero favolose!!

rachele 6 novembre 2009 22:53  

e già, ti è bastato davvero poco per riprendere la mano!! cappello stupendo e chiudipacco geniale.
buon crochet, ciao rachele

Marge 7 novembre 2009 12:12  

Che bello!! Anche io da bambina uncinettavo, avevo fatto un corredino alla bambola, copertina cappello e sciarpetta...ora ogni tanto faccio i fiorellini, mi servono per decorare, ma un cappello così non so se ce la farei :) complimenti!! E poi quella lana è bellissima!

pandora 7 novembre 2009 17:54  

che manine d'oro!!!
il cappellino all'uncinetto che sto realizzando per la mia bimba sta venendo tutto stortignaccolo...quando l'avrò finito ci sarà da ridere :)
tu invece..eehhh..hai le manine doro!!!

Daniè 7 novembre 2009 21:36  

L'uncinetto, una mia passione mai abbandonata che si coniuga bene con tutti gli altri hobby, come lo scrap. Anch'io uso i fiorellini come chiudipacco da quando, qualche anno fa, ho ripreso ad uncinettare. E' un hobby, come dici tu da praticare in tanti momenti di attesa, che nella quotidianità non mancano mai. Continuo sempre a seguirti, ma più silenziosa. A presto
Daniela

Giulia 8 novembre 2009 17:04  

Tu sai fare un miliardo di cose, brava ti invidio, uff! :P

enikő 9 novembre 2009 10:36  

Roberta, immagino che tu sia superimpegnata ma fammi sapere se nasce questo knit cafè, vedo se riesco ad organizzarmi. Allora vuoi venire con Sveva a questa festa di S.Martino a Castiglione M.R. questo sabato?

Anonimo,  9 novembre 2009 12:07  

Roberta, che altra sorpresa, ora l'uncinetto!! e che cose deliziose i fiori, il cappello di Sveva(bacibaci dalla nonna!!)
Quello che trovo emozionante è la tua capacità di " buttarti " a capofitto nelle cose con un entusiasmo quasi contagioso, ho detto per un momento: lascio il patchwork e riprendo anche io lana e ferri, ma io non sono mai stata ne' brava ne' creativa...
Un'altra cosa che mi emoziona è il gusto raffinato che metti nella scelta dei colori, il viola e l'azzurro è di rara raffinatezza, la confezione dei pacchetti con i cuoricini di ikea e lo spago è semplicemente deliziosa...
Che dirti....!!
Vai avanti cosi' se è questo che ti piace.
baci nonnapapera

AnnaDrai 12 novembre 2009 09:41  

Eh ma c'hai davvero preso gusto col crochet, che brava! Io mi sono un po' arenata, ma se mi compro qualche gomitolo nuovo conto di migliorare i miei sgorbietti ;)
Mi piacciono anche gli accostamenti di colore.
Mi vergogno a partecipare ancora ad un blog candy: ma lo sai che in pochi mesi ne ho vinti ben tre???
Quindi per non farmi odiare dal web, a malincuore cedo il posto al tuo candy a qualche altra, ma le spille ci devo provare a farle ;)
un bacione

lerinni 18 novembre 2009 11:39  

son capitata da te per caso (sono amica di polepole): il tuo blog è bellissimo!! e complimenti per il cappellino!

Posta un commento

About This Blog

Informazioni personali

La mia foto
...ero "creativa" anche a 6 anni, passai un'estate a fare collanine da vendere ai tedeschi del campeggio, a 15 cucivo vestiti per me e le mie amiche, a 25 realizzavo plastici per l'Università di architettura, a 40 mi dedico al cucito creativo. Mia figlia di 4 anni è come me. Spero che lei non disperda le energie.

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP