sabato 1 novembre 2008

[Luoghi]: il mare e il Natale.

Mi spiace farlo sapere alla mia cara amica Fata ma qui fà ancora tanto caldo, veramente un caldo stranissimo che cozza con l'ora legale che in genere ti costringe a chiuderti in casa il pomeriggio per il freddo e invece spesso ci ritroviamo nei parchi urbani, senza luce a continuare a giocare.


E poi oggi, giornata di festa non abbiamo resistito, una forza superiore ci ha attirati nella nostra spiaggia di sempre, dove andiamo d'estate e d'inverno e di cui vi ho già parlato altre volte qui e qui. Sveva voleva che portassi il costume e non capiva perchè non accettassi la sua proposta. Le ho detto: "ma andiamo a raccogliere i legnetti..non si può fare il bagno!!"..sbagliavo...oggi era talmente caldo che si poteva fare il bagno.
Ma vi lascio immaginare la giornata dalle foto..dopo qualche passo eravamo in canottiera...


Questo posto non smetteremo mai di amarlo, l'infinito, i suoi colori in ogni stagione dell'anno, le impronte sulla sabbia, ciò che il mare dà e porta, ciò che la natura e l'uomo ci lascia osservare di bello e di contradditorio come i rifiuti (i puntali degli ombrelloni riemersi dalla sabbia, a decine..), le foglie di altri luoghi, il mutare continuo della sabbia e dell'acqua...

Io raccolgo da sempre legnetti, qui altre idee dal Web, e questa volta il mare aveva riportato legnetti piccoli, segno che la siccità non ha portato i resti delle devastazioni fluviali che le piogge normalmente causano trascinando al mare tronchi e arbusti più grandi. L'autunno c'è ma non è ancora iniziato...



















..raccogliere è inevitabile, è la risorsa primaria di questo luogo così selvaggio e libero, raccogliere tutto, osservare, ragionare, motivare...uno scheletro di animale con due dentoni non ha spaventato minimamente Sveva, tutto ciò che vedeva sulla sabbia era lì con la sua storia da raccontare liberamente a chi avesse avuto voglia di ascolarla, lei l'ascoltava.
Questa spiaggia si può leggere tutto l'anno ed è lì liberamente offerta a tutti senza nulla chiedere in cambio...forse però d'estate qualche cosina poi comunque te la chiede...io la preferisco d'inverno per l'emozione che dà il vento fra i capelli...



...scusate la troppa poesia..

...quando sono tornata a casa ne ero ancora inebriata...dopo pranzo, Sveva che guarda la tivù con il padre e da un'idea già balenata al mare ho pensato al Natale partendo dalle scarpe!! e cioè dal packaging...sì perchè quest'anno avrei un mare di regali da fare e siccome non so da dove cominciare e come risolvere il problema della quantità, sto pensando da giorni e rimando il problema certa che l'attesa si ripagherà con la soluzione raggiunta...prima o poi trovo un modo per divertirmi, sperimentare ma soprattutto fare tutto senza stress...e comunque è come quando cucino se devo farlo per una cena sbaglio certamente qualcosa e fà schifo così per le mie idee cretive mi sento più libera se non penso a chi và..piuttosto faccio qualcosa e poi lo assegno a qualcuno partendo dall'estetica che si addice a lui e alla sua persona. Così mi diverto di più...

bene... scusate se mi sono dilungata...questi sono una parte di legnetti recuperati -i puntali degli ombrelloni li ho buttati a casa nella spazzatura..!! - con cui ho provato a fare dei Chiudipacco per i regali di Natale da agganciare ad un nastro, abbinare ad un biglietto e personalizzare a seconda del sesso e dell'età.

Rosa e leziosa per una bimba, naturale come la corda e funzionale come un bottone, per un uomo importante, rosso feltro, sensuale per una donna. cotone celeste a righe per un ragazzino...ho inserito fra i legnetti un bastoncino di cannella ma anche un peperoncino o altre spezie o lavanda non sarebbero male...io per prima ho ancora da lavorarci per renderli veramente belli...questo è un pò come uno schizzo da cui però si possono tirar fuori altre idee o evoluzioni di idee...
Io mi sono comunque divertita un sacco, non mi sarei fermata a farli, velocissimi ed economicissimi.
Ingredienti:
  • bastoncini riportati dal mare (gratis)
  • avanzi di cordicine, nastri, fettucce, ex bomboniere, bottoni di camice da buttare (quasi gratis)
tempo di realizzazione: 5 pezzi in un ora, andando piano...
Novembre è iniziato e fra un pò saremo tutti costretti a stare di più a casa e quindi si iniziano i preparativi per Natale...non mi devo far prendere dal panico...mi sto ripetendo da giorni..ci riuscirò??!!!
Condividi/Segnala questo articolo

12 commenti:

esercizidistyle 2 novembre 2008 02:05  

...ciao...mi piacciono molto i tuoi lavori...e che invidia vivere al mare!...é fra i miei obbiettivi prossimi futuri.
seguo i tuoi colori!
Laura

sempre Fata Bislacca 2 novembre 2008 08:17  

Ciao cara la mia Roberta!!! Ma che bello questo post, che belle foto, che bella atmosfera!!! Bello vederti, tu, Sveva sulle spalle del suo papà, il cielo terso... Oh che invidia! Qui la neve è caduta bassa bassa ed io già sembro l'omino della Michelin...!
Grazie per il tuo lungo commento da me; purtroppo se seguo il tuo calcolo vado a finire alle stelle.....
Periodo indaffarato, tante cose diverse tra loro da fare ed i nostri caffé si raffreddano... Hihihi! Ma ti penso tanto! Belli i legnetti e come li ha "customizzati" (ma si dice in italiano?), molto poetici ma franchi e schietti; proprio come sei tu!!!! Ti auguro una bellissima domenica, abbronzati.... Miiii, invidia! Io accenderò il caminetto e farò la maglia e le torte.... Un po' nonna papera e un po' bislacca! Cara, ti abbraccio e appena posso ti scrivo in privé che mi manchi! Cathy

elena fiore 2 novembre 2008 09:44  

Anche se sono attaccata alla mia grigia e nebulosa metropoli, quell'angolo di mare d'inverno te lo invidio proprio...Ora telefono alla Moratti e le chiedo se può fare qualcosa...Buona domenica, ciao.

Alessia 2 novembre 2008 09:58  

Roberta che splendida spiaggia e che bei legnetti :D
Io abito al mare ma quast'anno il tempo è stato proprio brutto brutto, purtroppo!

Alessia 2 novembre 2008 15:22  

Che bel post! Che meraviglia passare una giornata al mare in autunno! Ricordi lontani di passeggiate sulla battigia dopo una mareggiata a raccogliere conchiglie... Sempre tanti complimenti Roberta, per la tua creatività e la levità con cui scrivi, pensi, crei...

Anonimo,  2 novembre 2008 19:04  

Che voglia di mare (ancora!)..... e invece è quasi Natale..... Grazie per aver condiviso la tua bella giornata. Ciao, Beta

RID 2 novembre 2008 20:25  

Ciao Roberta! Qué fotos tan bonitas, a mi también me gusta el mar en invierno... Aquí ahora estamos teniendo un tiempo fatal.
Cómo estás? Hace días que no sé nada de ti...se te encuentra a faltar!!!!
Eso colgantes son preciosísimos, como todo lo que haces.
Hasta pronto amiga!

Cristina 2 novembre 2008 22:01  

Che bel post e che bellissimeeee fotooo! Altro che inverno!!! Oggi si poteva veramente fare un tuffo al mare con queste temperature!
A chi lo dici ? Panico da pacchetti e card natalizie?? Io sono "impanicatata" totaleee! ih ih
Complimenti perchè come sempre ... dalle cose semplici riesci a escogitare "idee geniali" (vedi chiudipacco)!
Un Bacio
Cri

barbaraland 3 novembre 2008 10:38  

Bellissime foto! ma non ti invidio :-) perchè anche da noi in Sicilia c'è un caldo pazzesco! peccato che nella spiaggia non ci sono tanti legnetti invece!!

lauraelle 3 novembre 2008 15:47  

Queste foto del mare "d'inverno" fanno venire voglia di mare anche a me che non impazzisco per spiaggia e sole, ma è vero, d'inverso ha un'altra atmesfera e i legnetti sono sempre lì a portata di mano...bellissimi trasformati così, semplici, ma con carattere.
Laura

Iggy 3 novembre 2008 18:18  

Un po' invidioso ma felice per voi che ancora potete godervi il sole caldo. igor

vera 4 novembre 2008 08:48  

bellissimo post (mi manca il mare !!!) e bellissimi legnetti !

Posta un commento

About This Blog

Blog Archive

Informazioni personali

La mia foto
...ero "creativa" anche a 6 anni, passai un'estate a fare collanine da vendere ai tedeschi del campeggio, a 15 cucivo vestiti per me e le mie amiche, a 25 realizzavo plastici per l'Università di architettura, a 40 mi dedico al cucito creativo. Mia figlia di 4 anni è come me. Spero che lei non disperda le energie.

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP